Franco Bernardini

 

Capo Reparto presso Azienda di Bonifica Impianti Nucleari – 63 Anni

Presentazione

Sono Franco Bernardini. 

Sono impiegato in un Ente pubblico.

Ho 63 anni, sono nato e cresciuto ad Anguillara, ne conosco pregi e difetti, ho vissuto la mia adolescenza tra i vicoli del centro storico, ho assaporato nel Borgo gli odori di un’umanità ricca, popolare, dirompente.

Ho visto il paese trasformarsi in città, ho assistito ad un lento ed inesorabile degrado del territorio.

L’urbanizzazione selvaggia e disordinata ha contribuito alla frantumazione della comunità e al successivo peggioramento dei rapporti tra le persone.

Per anni ho tentato di combatterne l’inesorabile avanzare con attività culturali di vario tipo che hanno visto spesso coinvolti i bambini delle scuole. Attività sempre finalizzate ad offrir loro la consapevolezza delle bellezze ambientali ed archeologiche del territorio, per stimolarne la curiosità e insegnargli a rispettarle e proteggerle.

Ho tentato di ridar vita al centro storico, dai tempi del Circolo Fotografico “Il Dagherrotipo” con le tante mostre fotografiche organizzate nel corso degli anni.
Con gli amici dell’Associazione Sabate, con in testa l’indimenticabile Augusto Montori, siamo riusciti a creare momenti bellissimi di aggregazione e condivisione, voglia di partecipazione e coinvolgimento dei cittadini: convegni sui beni archeologici, manifestazioni nelle piazze del centro storico che richiamavano migliaia di turisti.

Poi l’interesse di pochi, soprattutto legato all’edilizia, ha depauperato questa ricchezza popolare, una spinta dal basso, ricca di valori e umanità.

Ho tentato anche l’avventura della politica contribuendo a formare una lista civica nel 2011.

Ho deciso di candidarmi ancora una volta perché credo nel progetto di Francesco Falconi.
Condivido con lui la visione del bello, l’amore viscerale per la città, per le tradizioni, per l’ambiente, per il patrimonio architettonico e culturale, il rispetto per le persone.

Ho la convinzione che il centro storico possa tornare ad essere vivo, ricco di attività artigianali e commerciali, luoghi di incontro, spazi per i giovani. 

Vorrei lasciare a mia nipote un luogo migliore, un luogo che offra occasioni di lavoro, divertimento, un ambiente sano e non la costringa un giorno, come tanti altri nostri ragazzi, ad abbandonare il proprio paese per cercare altrove la “normalità”.

Vorrei vederla giocare libera negli stessi luoghi dove io ho giocato e mi sono formato come anche i miei figli: i vicoli le piazzette e gli scorci del centro storico.

Anguillara ha tutte le potenzialità e le ricchezze per essere meta di turismo qualificato, dai siti archeologici che spaziano dal Neolitico al Rinascimento, dall’ambiente naturale con due laghi e soprattutto il suo splendido centro storico,

Il centro storico è da sempre un mio “pallino”, lo amo profondamente e vederlo così malridotto mi amareggia. Altre comunità ne avrebbero fatto il fiore all’occhiello per il rilancio turistico, gettando le basi per il benessere dei suoi cittadini ed offrendo lavoro ai giovani per molte generazioni. 

Ecco, questo è quello che vorrei e posso garantirvi che ce la metterò tutta.

Franco Bernardini